Attendere prego...

Archivio News

Tutto pronto per il Procida Film Festival dal 21 al 23 giugno

 News pubblicata il 12/06/2017
Sono oltre duecento i cortometraggi, documentari e videoclip provenienti, oltre che dall’Italia, da Spagna, Francia, Germania, Brasile, Stati Uniti, Argentina, Finlandia ed Afghanistan pervenuti alla giuria del Procida Film Festival, la rassegna creata da Fabrizio Borgogna e dedicata quest’anno al rapporto tra l’uomo e il mare, in programma dal 21 al 23 giugno a Festival Village in allestimento presso l’albergo La Suite di Procida. Tre serate non solo di cinema, ma anche di confronto e di spettacolo quasi non stop, con le due “Notti bianche del Festival” nel corso delle quali saranno presentati film  documentari inediti.
Tra gli appuntamenti principali, quello con i vincitori di “Diritti a Todi – Human rights International Film Festival 2017” e con i documentari sul mare realizzati dagli allievi del master in Cinematografia dell’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa.
Inoltre la proiezione del Film “L’isola di Arturo“ (1962) tratto dal romanzo di Elsa Morante, nel sessantesimo anniversario della sua pubblicazione (1957): la serata vedrà protagonisti gli attori del film di Damiano Damiani, Gabriella Giorgelli e Carlo Giuliani (Tonino). Poi “movie tour” in barca nelle location dei più famosi film realizzati e Procida, sfilate di moda ed anteprime del documentario “Procida” di Gino Aveta e Carlo Ruggiero, e del film “Il crimine non va in pensione” di Fabio Fulco, l’incontro con gli autori e con gli interpreti.
Tra le presenze annunciate dal Procida Film Festival quella dell’armatore Vincenzo Onorato, che riceverà il premio “Isola di Procida 2017”. Onorato, esponente di quarta generazione della tradizione armatoriale di famiglia, è ben conosciuto anche nel mondo dello sport. Nel 1993 fonda il Team Mascalzone Latino, in omaggio all’album di Pino Daniele, vincendo ben sei titoli mondiali in varie categorie e partecipando due volte alla Coppa America. Riconoscimento anche per il regista Pappi Corsicato, reduce dal successo al Tribeca Film Festival di New York di “Julian Schnabel - A private portrait” che ha dedicato al pittore, regista e sceneggiatore statunitense, l’ultimo dei quaranta lavori realizzati da Corsicato sull’arte contemporanea.