Attendere prego...

Archivio News

Le favole di Angela Matassa riempiono i cuori dei lettori di IO CI STO

 News pubblicata il 29/11/2017

Alla libreria Iocisto di Napoli è stato
presentato nel corso di un’affollata conferenza-
dibattito il libro di Angela Matassa, “Favole e
leggende della Campania” (Homo Scrivens
editore). Con l’autrice sono intervenuti la
giornalista e scrittrice Maresa Galli, la giornalista
e scrittrice Gioconda Marinelli, il drammaturgo
regista Fortunato Calvino; letture dell’attrice
Marina Billwiller che ha emozionato il pubblico. Il
volume raccoglie una parte dell’antica favolistica
della Campania, terra fertile di fantasia e
creatività, che ha dato i natali al più celebre tra i
narratori: Gian Battista Basile. Alcune storie
tratte da “Lo cunto de li Cunti” rientrano in
quest’opera che nella prima parte saggistica
ricostruisce il percorso di favole, leggende, riti
dalla nascita ai nostri giorni. Ne spiega il
significato sociologico Maresa Galli, con un
excursus della storia della fiaba mondiale e
campana fino a giungere ai miti di oggi. Proprio
dei miti di oggi, spesso negativi, parla Fortunato
Calvino agli studenti liceali presenti citando
“Gomorra”, sottolineando l’abbandono di alcuni
territori da parte dello Stato. Sapiente intervento
il suo su archetipi e teatro, così come quello
dell’Autrice che dibatte con Riccardo Dalisi, i
professori, gli educatori e gli studenti presenti in
sala. Puntuale l’intervento di Gioconda Marinelli,
spesso impegnata in progetti letterari e teatrali
con Angela Matassa, che racconta anche il
recente reading ideato dall’Autrice al Museum
Shop&Bar in occasione della Giornata del 25
novembre. Interviene Valentina Magno che cura,
con Matassa, uno spettacolo in scena il prossimo
18 gennaio, su alcune delle favole del libro.
Modera Monica D’Angelo che ricorda il pericolo di
chiusura di Iocisto, “la libreria di tutti”.