Attendere prego...

Archivio News

Il futuro? In giro per l'Europa con il rapper Andre

 News pubblicata il 16/04/2018
Torna il rapper Andre, quello che l'estate scorsa ha spopolato con il suo brano "Mixed by Erry", spiazzando un po' la solita scena rap made in Naples, con una ventata nuova dal sapore del vecchio millennio, ma senza nostalgia, con ironia e una classe da vendere Andre ci ha raccontato con quel brano, un pezzo di storia, eh si' perchè anche quella della pirateria è un pezzo di storia della canzone. Adesso Andre torna, meno incazzato, con un flow più morbido e con quattro bellissime storie, quelle che racconta nell'ep nuovo di zecca "Lei ed io". A distanza di pochi mesi abbiamo fatto una nuova chiacchiera con lui.
 
 
 Abbiamo seguito la tua avventura del riuscitissimo singolo "Mixed by Erry". Sono passati un po' di mesi da quel successo. Cosa ti ha portato un brano come quello?
- Sono molto soddisfatto di questo singolo, ho delle ottime notizie rispetto alla possibilità di inserirlo in un progetto più grande, ma non diro’ nulla finché non sará ufficiale, e pure un po per scaramanzia. 
 
 Sempre ritornando al brano di cui abbiamo parlato. E' un bel salto nel passato, come anche il sound di "Capemont" un pezzo dai toni vintage. Andre, musicalmente parlando sei un nostalgico?
-Forse si, ma musicalmente parlando, il rap come genere ha sempre attinto,  attraverso il “sampling”,  a canzoni del passato che vengono trasformate per farle suonare con un sound attuale.

 Come ti vedi invece proiettato nel futuro? Cosa ti piace sempre parlando di musica di questo nuovo millennio? C'è qualcosa da salvare o la musica deve necessariamente rifarsi ai grandi del passato per avere ancora delle prospettive?
- Attraverso la musica mi racconto e racconto storie, nel futuro prossimo, non troppo lontano, imminente, mi  vedo cantando queste canzoni in giro per l’Europa.La musica ha sempre raccontato i tempi, anche se si prende ispirazione dai grandi artisti del passato, d’altronde i grandi artisti del passato a loro volta prendevano ispirazione da quelli prima di loro.  

 Uso e abuso dell' Auto-Tune. Cosa ne pensi?
-Bisogna saperlo usare. 

 Parliamo adesso dell' ep "Lei ed io". Tu stesso parli di un'energia femminile che muove questo progetto, il che stride un po' con il mondo del rap, hip hop che vuole personaggi crudi, parole arrabbiate, situazioni più aspre. Cosa hai fatto per far combaciare queste due realtà così differenti?
-Questo EP descrive un lato della mia personalità, ma fa sempre parte di quel mondo del rap “duro”, sicuramente se devi parlare di storie d’amore lo fai con sonorità più accomodanti, ho messo insieme questi 4 pezzi scritti in periodi diversi della mia vita ma che hanno molto in comune.