Attendere prego...

Archivio News

Astradoc fa il bis con weekend all'insegna del cinema.

 News pubblicata il 29/11/2017
Questa settimana doppio appuntamento con Astradoc - Viaggio nel cinema del reale”:  venerdì 1 dicembre ore 18.30 verrà proiettato  Je suis le peuple di Anna Roussilon alla presenza della regista e di Jean-Paul Seytre, Console Generale di Francia. 
La rivoluzione di piazza Tahrir vista attraverso gli occhi di Fahir, un contadino egiziano che abita nella valle del Nilo, vicino a Luxor.  Le speranze, le paure e la delusione di un’intera nazione sono raccontate attraverso la quotidianità di chi vive lontano dagli scontri di potere, ma vuole a suo modo cambiare la sorte del proprio popolo. Il film mostra come un pensiero politico attecchisca in un’area rurale, dando il via a un dibattito a volte ai margini, a volte nel cuore della vita quotidiana. A poco a poco, si assiste a un risveglio delle coscienze nell’entroterra di un Paese in cui è scoppiata la scintilla della rivolta.
 
Sabato 2 dicembre dalle ore 19.00 serata FILMaP: Una serata speciale in cui saranno presentati alla città i primi film documentari sviluppati negli Atelier di Cinema del reale del progetto FilmaP, promosso da Arci Movie dal 2014, con la direzione pedagogica di Leonardo Di Costanzo e il coordinamento di Antonella Di Nocera.
“Dopo la partecipazione ai festival di Torino, Trieste, Nyon, Lisbona, Milano e il recente premo al prestigioso festival dei Popoli di  Firenze – dice Antonella Di Nocera, coordinatrice di FILMaP ­- i film degli allievi dell’Atelier di cinema del reale di Ponticelli, vengono presentati per la prima volta al pubblico napoletano. Presenteremo i cortometraggi e due dei cinque film sviluppati nel primo Atelier 2015 oggi terminati dopo due anni di scrittura, ricerche, riprese e post produzione, un lavoro che ha visto impegnati i giovani talenti in una esperienza in prima persona intensa e professionalmente importantissima. Gli autori sono giovani filmmakers provenienti anche da diverse città italiane che hanno trovato a Ponticelli una vera e propria occasione formativa.
 
La serata prende il via alle 19,00 con la proiezione di tre cortometraggi del 2° Atelier di Cinema del Reale (2016):
ANTONIO DEGLI SCOGLI di Alessandro Gattuso: un racconto incentrato su Antonio Esposito, un uomo che vive sugli scogli di Mergellina dove ha costruito una baracca in cui dorme.
CRONOPIOS di Doriana Monaco: un flusso di immagini che si susseguono nell’arco di una giornata nel giardino del Molosiglio, un affresco umano con microstorie di solitudini, ma anche vitalità, che affiora e pervade uno spazio aperto agli incontri fortuiti.
UN INFERNO di Camilla Salvatore, ci porta in un piccolo studio di tatuaggi nella provincia di Napoli nel quale si possono incontrare molte persone differenti, per raccontare e di un mestiere che tanto si presta a creare intimità e a sporcarsi col dolore, il sangue e le storie della gente. 
 
A partire dalle 20 si vedranno i due lungometraggi documentari nati nel 1° atelier (2015).
 
Aperti al pubblico di Silvia Bellotti (Italia 2017 - 60'), prodotto da Parallelo 41 Produzioni, Arci Movie e Rai Cinema, vincitore al 58° Festival dei Popoli di Firenze del Premio Mymovies.it "Dalla parte del pubblico" nella sezione "Concorso italiano".
Il film è stato girato nell’Istituto Autonomo per le Case Popolari di Napoli e Provincia. Ogni martedì e venerdì, quando gli uffici sono aperti al pubblico, gli impiegati ricevono gli utenti che abitano nei 40.000 alloggi che l’Istituto gestisce. Il loro compito primario è quello di ricercare soluzioni pratiche per i problemi dei cittadini. In quei momenti le stanze dell’Istituto diventano un palcoscenico. “Per raccontare questo aspetto della burocrazia ho girato un film che rappresenta gli sforzi che gli impiegati fanno per adattare i regolamenti e le procedure alla realtà dell’utenza. Nel film ho cercato di rendere questo sforzo, di trasporre l’ironia dei protagonisti davanti all’inefficienza delle istituzioni e la caparbietà con cui nonostante tutto, decidono di affidarsi un po’ al pragmatismo e un po’ alla sorte” dichiara la regista.
Volturno di Ylenia Azzurretti (Italia 2017 – 42’), prodotto da Arci Movie, Parallelo 41 Produzioni con Figli del Bronx, scelto in selezione ufficiale nella sezione "Concorso italiano" al Festival “Visioni dal Mondo” di Milano.
 Il film procede come un road movie dalle fonti alla foce, insomma un river movie, che senza tregua scorre fra il Molise e la Campania due regioni che lo spaccano letteralmente in due creando due nature che convivono. In questo percorso sono tre i personaggi principali ad accompagnarci alla scoperta del Volturno: un naturalista, un pescatore di telline e un agricoltore. Tutti e tre legati dal Volturno e testimoni di territori difficili come quello del Basso Volturno, o della Vallata del Volturno.  L’intento del film è quello di riuscire a restituire l’immagine di un’umanità a volte arresa, che riesce a dimenticare il fiume dietro gli argini. Modi diversi di rapportarsi al fiume, vite e coltivazioni differenti raccontano storie di persone, paesi, di intere regioni. Il fiume come mezzo, come specchio dei territori che bagna. L’unico in grado di rivelare in confidenza, sottovoce, le abitudini delle diverse comunità, il rapporto con la propria terra, con le proprie origini: con la stessa vita.
 
FILMaP è un progetto realizzato da Arci Movie in collaborazione con Parallelo 41 Produzioni, con il sostegno di Fondazione con il Sud, SIAE, Intesa San Paolo, SEDA Italy S.P.A. e UCCA, e con l'adesione di Doc/it Associazione Documentaristi Italiani.
 
Questo appuntamento rappresenta una ulteriore anteprima della rassegna 2018 che prenderà il via il 12 gennaio e che prevede altre 20 serate fino al maggio prossimo
 
 
Ingresso cortometraggi - gratuito
Ingresso film 3 euro a proiezione | soci Arci 2.5 Euro
INFO Arci Movie Napoli > 0815967493 | info@arcimovie.it | www.arcimovie.it
 
PROGRAMMA ANTEPRIMA ASTRADOC 2018
 
Mercoledì 6 dicembre 
ore 20.30 Gimme Danger di Jim Jarmusch (Usa 2016 - 108')
Festival di Cannes - Evento speciale
 
Venerdì 15 dicembre
ore 20.30 Un altro me di Claudio Casazza (Italia 2016 - 83') > In collaborazione con Omovies - Festival del Cinema Omosessuale, Transegender e Questioning promosso da I Ken.
> Ospite Carlo Cremona, Direttore di Omovies.
Festival dei Popoli di Firenze - Premio del Pubblico "Concorso internazionale"